OFFERTA PREZZI “PREDATORI”

Secondo il Tar Milano l’operatore economico che proponga in gara prezzi c.d. “predatori”, ovvero prezzi tali da impedire l’ingresso sul mercato di altri concorrenti, non può giustificare l’esclusione dell’operatore stesso dagli appalti, cio’ in forza del principio di tassatività delle cause di esclusione vigente nel codice degli appalti (sentenza 7 luglio 2017, n. 1550).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *