CORTE GIUSTIZIA UE E COSTI DELLA SICUREZZA

La querelle sui costi aziendali per la sicurezza (legata al vecchio codice degli appalti-d.lgs. 163/2006) pare avviarsi ad una conclusione. La Corte di Giustizia, con la recente ordinanza datata 10 novembre 2016 ed ora pubblicata, ha statuito che “I principi della parità di trattamento e di proporzionalità devono inoltre essere interpretati nel senso che non ostano al fatto di concedere a un tale offerente [ndr., ovvero a quello che aveva omesso di indicare i costi della sicurezza] la possibilità di rimediare alla situazione e di adempiere detto obbligo entro un termine fissato dall’amministrazione aggiudicatrice”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.