PROROGA COME ECCEZIONE, ANCHE SE L’OPZIONE E’ PRESENTE NEL BANDO

Non serve una specifica motivazione alla stazione appaltante che voglia indire una nuova gara, a fronte di una apposita clausola che abbia previsto l’opzione di proroga del servizio originario.

(Tar Lazio – Roma, Sez. II Bis – sentenza 10 settembre 2018 n. 9212)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.