APPALTI “A CORPO”, POSSIBILI VARIAZIONI CORRISPETTIVO

In caso di appalto “a corpo”, il corrispettivo stabilito contrattualmente è modifícabile laddove sia richiesto all’appaltatore di eseguire lavori diversi o aggiuntivi rispetto a quelli previsti in contratto per effetto di varianti o su richiesta del committente.

In tal caso l’appaltatore ha diritto ad un compenso ulteriore per i lavori aggiuntivi, che deve essere calcolato “a misura” limitatamente alle quantità variate (Corte Cassazione, ord. 22268 del 25 settembre 2017).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.